Registrati

User Registration

This site is protected by reCAPTCHA and the Google
Privacy Policy and Terms of Service apply.

Romagna Electric Motorcycle

Questa tappa è sponsorizzata da

Emilia_romagna

⏰ Durata: 3/4 giorni
↔️ Lunghezza totale: km 648,52
⭐️ Difficoltà: facile
🗓️ Quando partire: da metà aprile a fine ottobre
🏍️ Moto: tutte

Lungo un itinerario di 700 chilometri che attraversa i passi dell’Appennino romagnolo vede il suo debutto Romagna Electric Motorcycle che viaggerà in sella a una moto a zero emissioni

Un itinerario da programmare

Programmato l’itinerario; individuate le colonnine di ricarica lungo il percorso; fatto il pieno d’energia; si parte da Rimini per risalire verso il monte seguendo la valle del fiume Marecchia.

Un itinerario minore e discreto che, correndo sulle strade secondarie di crinale, ci porterà a incontrare bellezze storiche e naturalistiche uniche.

Verucchio col suo castello ad esempio, che conserva le tracce uniche e meravigliose della civiltà protoetrusca dei villanoviani, a cui giungiamo seguendo una tra le più belle strade alte della Romagna come via Santa Cristina. 

romagna electric motorcycle san leo

Romagna Electric Motorcycle e Zero Motorcycle

 Ma è proseguendo lungo la strada che inerpicandosi, curva dopo curva, ci porterà fino alla fortezza di San Leo, che il gusto di guidare la SR/S della Zero motorcycle può iniziare manifestarsi in tutta la sua potenzialità: con la frenata possente in ingresso di curva, in piega o in ripresa dopo i tornantini, ma anche col silenzio che ci accompagna nella guida.

romagna electric motorcycle carpegna

Proseguiamo veloci verso l’entroterra per arrivare a Carpegna col suo palazzo dei Principi e rimanere colpiti davanti alla magnificenza dei Sassi di Simone e Simoncello, i blocchi d’arenaria che, circondati da una foresta bellissima, 130 milioni d’anni fa scivolarono lentamente dal Tirreno fino a qui su un mare d’argilla tanto da far chiamare quel fenomeno dai geologi “colata gravitativa della Val Marecchia”.

romagna electric motorcycle

Un tuffo nelle terre di Tonino Guerra

Superato il Passo della Cantoniera, si scende verso Pennabilli, il borgo da cui prese origine la famiglia dei Malatesta e dove Tonino Guerra, uno degli sceneggiatori preferiti da Federico Fellini, trovò nuova linfa alla propria poetica visionaria che le installazioni artistiche disperse in valle ancor oggi raccontano.

E’ qui che, dopo i primi 80 km di viaggio, abbiamo programmato la sosta per ricaricare sia l’equipaggio, magari con una piada straboccante di alici marinate e misticanza, che la moto, agganciandoci a una delle colonnine di ricarica elettrica presenti in paese.

Bagno di Romagna e il passo dei Mandrioli

Bagno di Romagna, uno spettacolo arrivarci, una magia lasciarla per affrontare uno dopo l’altro i più bei passi degli Appennini romagnoli.

E’ un grande piacere iniziare a salire verso i 1.173 metri d’altezza del Passo dei Mandrioli che, dopo le ferite degli scorsi anni, è tornato (quasi) alla piena funzionalità. Già dopo 5 chilometri prende avvio lo spettacolare tratto detto ‘delle scalacce’, l’imponente formazione marnoso-arenacea che con i sui gradoni costeggia fino al valico la strada.

romagna electroc motorcycle_passo dei mandrioli

E’ solo il primo tra i passi epici che supereremo nella giornata godendo del piacere di viaggiare con una moto che sa regalare un silenzio quasi surreale nella guida e di un motore che non genera calore guidando immersi nella meraviglia della natura che ci circonda, come quando tra gli abeti secolari delle foreste camaldolesi lungo lo sterrato del Passo dei Fangacci incontriamo un capriolo che, sorpreso di non aver sentito questa moto arrivare, scartando con un balzo si spaventa quasi più di noi.

Verso il passo della Calla e Brisighella

Dopo il “rabbocco” d’energia a Poppi e l’incontro magico con la Pieve di Romena e la sua lavanda, eccoci in breve a Stia pronti per affrontare le curve e i tornanti di un altro passo mitico come quello della Calla (1.296 m.) e la sosta meritata di Campigna dove non possiamo mancare all’appuntamento.

La corsa verso la magia di Brisighella rappresenta la fine di una giornata e dei 188 km che anche oggi abbiamo percorso.

A Brisighella, borgo squisito e magnifico dell’entroterra faentino, non esistono colonnine pubbliche di ricarica, ma è presso un supermercato della grande distribuzione, nell’ immediata periferia del centro storico, che troviamo l’opportunità che avevamo programmato per ricaricare la SR/S dai consumi di giornata ed essere pronti alle nuove avventure che ci attendono l’indomani.

Un’opportunità che, oltre a essere gratuita, ci ha anche guidato nella scelta dell’hotel che, ma lo scopriremo poi, oltre a una rinfrescante piscina, è dotato al suo ingresso proprio una colonnina per la ricarica elettrica dei mezzi.

romagna electric motorcycle_brisighella

la bellezza della Valle del Gesso Romagnola

Se la dolcezza di Brisighella ci aveva stregato, l’attraversare i panorami della Valle del Gesso romagnola ci commuove per la bellezza del suo paesaggio dove le colline sono solcate dalla spettacolare dorsale grigio argentea che interrompe bruscamente i dolci profili collinari della Romagna, un vero e proprio “monumento geologico” con una storia lunga almeno 6 milioni di anni.

Superata la valle del Senio siamo presto a Fontanelice per seguire il corso del Santerno fino a Castel del Rio, l’ultimo comune “romagnolo” della valle che oltre alla splendida rocca conserva ponte Alidosi, un ponte in pietra a schiena d’asino annoverato tra i monumenti nazionali dal 1817.

Poco oltre, all’altezza di Coniale imboccando la strada della Faggiola, entriamo nel cuore di questa terra meravigliosa raggiungendo e superato il valico del Paretaio, Palazzuolo sul Senio e Marradi, per proseguire sulla SP74 fino a San Benedetto in Alpe e sulla SS67 che ci porterà, tornante dopo tornante, fino al Passo del Muraglione a 907 metri d’altezza.

romagna electric motorcycle_passo del muraglione

Lungo la valle del Rabbi

La discesa che ora ci aspetta fino a Premilcuore e poi a Corniolo è un godimento fino all’arrivo in albergo dove potremo ricaricare la moto collegandoci in mancanza di colonnine pubbliche alle prese elettriche del gestore che, avvalendosi di un proprio impianto fotovoltaico, porta a zero i consumi del nostro viaggio.

All’indomani, dopo una notte trascorsa tra il fresco dei boschi è giunto il momento di scendere a destinazione.

Per bellezza e godimento gli ultimi 165 km sono pari a quelli dei tre giorni di viaggio appena trascorsi a cominciare dalla visita alla diga di Ridracoli che dalle montagne del Casentino raccoglie, conserva e gestisce l’oro blu con cui si abbevera l’intera Romagna.

romagna electric motorcycle_diga di ridracoli

Si rientra verso casa

Superato il Passo del Carnaio, siamo ben presto a Sarsina, la città di Plauto, per arrivare poi attraversato il Savio a Perticara e da qui fino a Sogliano sul Rubicone, luogo cult della Nove Colli.

I campi gialli di sole e di ciò che rimane del grano, dove mucche e vitellini sono guardati a vista dalla possanza del toro, sono ciò che ci accompagna per i lunghi km che ancora ci separano dalla meta, in un godimento silenzioso dove la Zero Motorcycles si immerge in sintonia e leggera.

Electric Motorcycle – Electric Motorcycle – Electric Motorcycle – Electric Motorcycle –

Per scaricare il tracciato GPX devi essere un utente registrato.

Informazioni per il viaggio

Informazioni per il viaggio Luogo di partenza: Rimini- Luogo di arrivo: Rimini - Continente: Europa - Paese attraversato: Italia

Dettagli percorso

Luoghi e punti di interesse: Rimini, il Tempio Malatestiano - Verucchio, San leo, la rocca - Brisighella

Note particolari

Strade provinciali secondarie - alcune strade bianche - Difficoltà: nessuna

Km Percorsi

648.52

Le altre tappe del percorso

La trafila di Garibaldi
Una storia di coraggio e di passione che attraversa le vallate della Romagna. La Trafila di Garibaldi parla di libertà ma parla anche del coraggio delle genti della Romagna. La trafila di Garibaldi Il nostro viaggio inizia da qui,…
Appennino tromagnolo_i 5 Passi
I 5 Passi della Romagna lungo l’ Appennino romagnolo, un eden per i motociclisti più agguerriti ma anche per i viaggiatori che qui troveranno oltre alla natura, la storia e la cultura che rendono unico e affascinante questo lembo…
© 2021 Moto e Viaggi powered by Segnali digitali. All Rights Reserved.